VISITANDO e ASSAGGIANDO

PANGIALLO ROMANO

Il pangiallo romano è un dolce tipico della cucina romana, che ha il suo utilizzo maggiore soprattutto durante le feste natalizie, e che ha la sua origine nell’antica Roma, e più precisamente durante l’era imperiale.

pangiallo romano

DOSI:

Dosi per 4 pangialli

Difficoltà media

Preparazione 40 minuti

Cottura 40 minuti

INGREDIENTI:

Mandorle pelate 200 gr

Nocciole pelate 200 gr

Noci 200 gr

Pinoli 100 gr

Canditi 100 gr

Uva passa 300gr

Farina 200 gr

Miele 200 gr

Cioccolato 150 gr

Buccia di una arancia e di un limone

Cucchiai di farina 2

Cucchiai di olio 2

Bustina di zafferano 1

Acqua q.b.

PROCEDIMENTO:

Riscaldate il miele in un pentolino fino a renderlo liquido unendo la buccia dell’arancio e del limone precedentemente grattata, e mettete l’uva passa a bagno per circa 30 minuti.

Poi tritate grossolanamente la frutta secca e riunitela in una ciotola con i canditi, l’uva passa strizzata e il cioccolato tritato. Aggiungete quindi il miele e mescolate e subito dopo aggiungete la farina a poco a poco e mescolate bene fino a far diventare il tutto compatto. Con le mani infarinate formate con il composto quattro panetti e metteteli su una placca da forno a riposare per un paio d’ore.

Nel frattempo, preparate la glassa mettendo in un pentolino a scaldare la farina, l’olio e lo zafferano sciolto in un pò di acqua e aggiungete altra acqua per formare una pastella fluida con cui spennellare i panetti.

Infornate a 180° per 40 minuti fino a quando non si sarà formata una crosticina sopra il panetto.

 

 

 

 

 

PANGIALLO ROMANO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su