VISITANDO e ASSAGGIANDO

CODA ALLA VACCINARA

La coda alla vaccinara è un piatto tipico della cucina romana, costituito dalla coda di bue stufata, condita con verdure varie. Nata nel cuore di Roma, nel rione Regola dove abitavano i vaccinari, la coda fa parte del cosiddetto quinto quarto dell’animale.

Processed by: Helicon Filter;

DOSI:

Dosi per 4 persone

Difficoltà bassa

Preparazione 15 min

Cottura 180 min

Costo medio

INGREDIENTI:

Coda di bue 1,5 kg

Lardo di maiale 50 gr

Sedano 1 intero

Cipolle 1

Spicchio di aglio 1

Vino bianco secco 1 bicchiere

Strutto 30 gr

Pomodori a pezzi 1 kg

Chiodi di garofano 4

Pinoli q.b.

Uvetta q.b.

Cacao amaro in polvere q.b.

Sale q.b.

Pepe nero q.b.

Olio Extra Vergine q.b.

PROCEDIMENTO:

Sciacquate la coda, asciugatela e tagliatela in pezzi abbastanza grandi. In una pentola alta e grande rosolate i pezzi di coda in un trito di lardo e olio extravergine di oliva quindi, una volta rosolata, aggiungete la cipolla sminuzzata, l’aglio intero, i chiodi di garofano, sale e pepe.

Lasciate asciugare l’acqua fuoriuscita dalla coda e quindi sfumate con il vino bianco secco lasciando cuocere per circa 15 minuti.

In seguito versate nella pentola i pomodori a pezzi, coprite con il coperchio e lasciate cuocere per un’ora mescolando ogni tanto e aggiungendo acqua se necessario. Quindi lasciate cuocere la carne per almeno 3 ore facendo attenzione che la coda sia sempre coperta di sugo e quindi nel caso aggiungendo acqua calda, fino a che la carne della coda si stacchi quasi dall’osso.

A cottura quasi ultimata pulite e lessate il sedano quindi preparate una salsa mettendo in una padella il sedano, qualche cucchiaio di sugo della coda, una manciata di pinoli, una manciata di uvetta e un paio di cucchiai di cacao amaro e lasciate bollire la salsa per un paio di minuti.

Una volta terminata la cottura, prendete la coda, impiattatela con parecchio sugo e aggiungete la salsa preparata col cacao, i pinoli e l’uvetta.

CODA ALLA VACCINARA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su