VISITANDO e ASSAGGIANDO

PALAZZO MADAMA

Palazzo Madama è un complesso architettonico e storico situato nella centrale Piazza Castello, e ha una storia che va dai romani, passando per il medioevo, fino al risorgimento.

torino-2499536_1920

Il complesso sorge su quella che, al tempo città romana di Julia Augusta Taurinorum, era la porta orientale dalla quale si accedeva al Decumano Maximo. Dopo la fine dell’Impero romano, la porta venne trasformata in un fortilizio, atto alla difesa cittadina, finché i Savoia nella prima metà del XIV secolo lo ingrandiscono a castello. Un ulteriore modifica si ha all’inizio del ‘700 grazie a Filippo Juvarra che realizza un magnifico avancorpo barocco in pietra bianca che è quello che si vede ancora oggi su Piazza Castello. Nell’ottocento, Palazzo Madama, è stato adibito a varie funzioni ( sede della Pinacoteca Regia, del Senato Subalpino e quindi della Corte di cassazione) fino a che nel 1934 è diventato la sede del Museo civico d’arte antica.

Il Museo è suddiviso in trentacinque sale, che si snodano su quattro piani, più uno panoramico, al piano seminterrato si trova l’arte medievale, al pianoterra l’arte del periodo gotico e del rinascimento, al primo piano abbiamo opere del periodo barocco e il secondo piano è dedicato all’arte della decorazione. Al suo interno abbiamo oltre settantamila opere, dipinti, sculture, ceramiche, porcellane, oltre ad arredi e tessuti, e tra queste opere, nello specifico tra i dipinti, sono da ricordare il San Girolamo di Orazio Gentileschi e il Ritratto d’uomo di Antonello da Messina

457px-Antonello_da_Messina_060

Palazzo Madama inoltre è sede di esposizioni temporanee di vario genere, alcune delle quali a volte sono comprese nella visita al museo.

INFO:

 Sede: Piazza Castello

Orari:

Aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.00

Giorno di chiusura martedì

La biglietteria chiude alle 17.00

Biglietti:

Intero:         € 10

Ridotto       € 8

Gratuito      Minori di 18 anni

Apertura gratuita ogni primo mercoledì del mese

PALAZZO MADAMA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su