VISITANDO e ASSAGGIANDO

COLOSSEO, FORO ROMANO e PALATINO

Assolutamente da visitare a Roma, è il circuito archeologico che comprende il Colosseo, il Foro Romano, e il Palatino.

Si può iniziare la visita da quello che è conosciuto in tutto il mondo come il simbolo della città, il Colosseo conosciuto anche come Anfiteatro Flavio.

Colosseo

L’Anfiteatro è stato edificato in epoca Flavia su un’area al limite orientale del Foro Romano. La sua costruzione fu iniziata da Vespasiano nel 72 d.C. e inaugurato da Tito nell’80, con nuove modifiche apportate durante l’impero di Domiziano. L’anfiteatro fu costruito per gli spettacoli di gladiatori e altre manifestazioni pubbliche, ma dopo il VI secolo non è stato più usato per lo scopo per cui era stato costruito, e nei secoli successivi è stato riutilizzato in varie maniere, purtroppo anche come cava di materiale. Finalmente dopo secoli di abbandono e spoliazione dei materiali, nell’ottocento si ebbero una serie di restauri che lo portarono ad avere l’aspetto attuale e ad essere visitabile.

L’Anfiteatro forma un ovale di 527 m di perimetro, con assi che misurano 187,5 e 156,5 m, l’arena all’interno misura 86 × 54 m, con una superficie di 3.357 m², mentre l’altezza attuale raggiunge 48,5 m, anche se originariamente arrivava a 52 m.

Nel Colosseo si svolgevano lotte tra animali (venationes), l’uccisione di condannati da parte di animali feroci o altri tipi di esecuzioni (noxii) e i combattimenti tra gladiatori (munera). Per l’inaugurazione dell’edificio, l’imperatore Tito diede dei giochi che durarono tre mesi, durante i quali morirono circa 2.000 gladiatori e 9.000 animali, mentre gli ultimi combattimenti tra gladiatori si ebbero nel 437 e gli ultimi combattimenti tra animali furono organizzati nel 523.

Dopo la visita al Colosseo, si può proseguire visitando il Foro Romano, un’area archeologica costituita dalla stratificazione dei resti di quegli edifici e monumenti di varie epoche che rappresentarono il centro politico, giuridico, religioso ed economico della città nella Roma antica, oltre che il centro nevralgico dell’intera civiltà romana.

Foro romano

Dal periodo regio della Roma antica, fino all’avvento dell’età medievale, la zona del Foro è stata teatro di eventi e sede di istituzioni d’importanza tale da aver determinato a più riprese il corso storico della civiltà occidentale, e da aver influenzato in modo fondamentale le basi politiche, giuridiche, culturali e filosofiche del pensiero occidentale.

Dal medioevo, il Foro Romano si è andato lentamente interrando ed è stato soggetto a frequenti spoliazioni e cambi di destinazione d’uso, fino ad essere nel XVI secolo, quasi completamente interrato e stabilmente utilizzato come pascolo per gli animali, fino all’ottocento quando l’area del Foro è stata gradualmente riportata alla luce, fino ad avere l’aspetto attuale e ad essere visitabile.

Tra i principali edifici e monumenti da vedere all’interno del foro, possiamo ricordare la Basilica Emilia, l’unica basilica civile rimasta dell’epoca repubblicana, il Tempio di Saturno edificato nei primi anni dell’età repubblicana, Il Tempio del Divo Giulio, un tempio dedicato a Gaio Giulio Cesare, il Tempio di Vesta e vicino a questi la Casa delle Vestali, sede del Collegio Sacerdotale delle Vestali della Roma antica, Il Tempio di Antonino e Faustina, dedicato all’imperatore Antonino Pio e alla moglie Faustina maggiore e la Basilica di Massenzio, l’ultima e la più grande basilica civile della Roma antica.

Dopo aver terminato la visita al Foro Romano, passando per il Clivio Palatino, a destra dell’Arco di Tito, si può salire sul Palatino, colle dove secondo la tradizione, Romolo fondò la città di Roma. Nel periodo imperiale, a cominciare da Augusto, gli Imperatori Romani costruirono sul Palatino i loro palazzi, e infatti sono ancora visibili e si possono visitare, tra le altre testimonianze della Roma antica, i resti della Casa di Augusto, della Casa di Livia, moglie di Augusto, e il Palazzo di Domiziano.

INFO:

Sede: Piazza del Colosseo

Orari:

Dall’ultima domenica di ottobre al 15 febbraio: 08.30 – 16.30

Dal 16 febbraio al 15 marzo: 08.30 – 17.00

Dal 16 febbraio all’ultimo sabato di marzo: 08.30 – 17.30

Dall’ultima domenica di marzo al 31 agosto: 08.30 – 19.15

Dal 1 settembre al 30 settembre: 08.30 – 19.00

Dal 1 ottobre all’ultimo sabato di ottobre: 08.30 – 18.30

Ultimo ingresso: un’ora prima dell’orario di chiusura

Biglietti:

Ingresso Intero                                                   € 12,00

Ingresso Ridotto   cittadini UE 18-25 anni     € 7,50

Gratuito        cittadini sotto i 18 anni e ogni prima domenica del mese per tutti i visitatori

Il biglietto vale due giorni consecutivi per un ingresso al Colosseo e un ingresso al Foro Romano/Palatino

COLOSSEO, FORO ROMANO e PALATINO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su